Via Roma, Enna
Centro storico di Enna – trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Enna
trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Enna con i suoi 931 metri d’altezza è il capoluogo di provincia più alto d’Italia, spesso avvolto dalla nebbia. Si nebbia, hai capito bene. Molti credono infatti che in Sicilia ci sia sempre un clima mite e soleggiato, ma non è così. Le temperature e le condizioni atmosferiche anzi variano molto, in base alla zona in cui ci si trova. La città trovandosi nel cuore della Sicilia ha un clima molto più rigido rispetto alla zona costiera. Ma parliamo adesso di un pò di storia per poi scoprire cosa vedere ad Enna.

Enna ha un animo medievale con qualche tocco di barocco qua e là e il suo nome deriva da Henna, nome che le diedero i sicani nel VII secolo a.C. Come quasi tutte i paesi in Sicilia da qui passarono diversi popoli, tra cui i greci, i romani, i bizantini, i normanni e gli svevi. Andiamo adesso a scoprire cosa vedere ad Enna.

1. Castello di Lombardia

Castello di Lombardia, Enna
I castello in mezzo al verde – Sweetie candykim, CC0, via Wikimedia Commons
Castello di Lombardia, Enna
Sweetie candykim, CC0, via Wikimedia Commons
Castello di Lombardia, Enna
trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Castello di Lombardia, Enna
Sotto le mura del castello – trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Castello di Lombardia, Enna
trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Panorama dal castello di Lombardia, Enna
Enna vista dal Castello – Wittylama, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Si tratta di uno dei castelli medievali meglio conservati in Sicilia, come il castello Manfredonico anche se non vi sono vere e proprie stanze interne da visitare. Le origini sono probabilmente arabe e poi venne modificato dai normanni, dagli svevi e dagli aragonesi. Dal castello si accede anche alla torre Pisana, alta ben 1200 metri, dalla quale potrai ammirare un bellissimo panorama sulla città, le Madonie, i Nebrodi, i Monti Erei e l’Etna.

Il costo del biglietto è di 3 Euro. Orari: lun-dom 9-17. Orari e tariffe potrebbero cambiare.

2. Rocca di Cerere

Rocca di Cerere, Enna
Dedda71, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Rocca di Cerere, Enna
Arangio GiuseppeCC BY SA 4.0

Nelle immediate vicinanze del castello si trova la rocca di Cerere. Questo luogo era dedicato a a Demetra in epoca greca e poi a Cerere in epoca romana. L’area sacra inoltre una volta si estendeva ben oltre la rocca, arrivando fino al castello Lombardia. Infatti anche Cicerone descrive questi luoghi e racconta di due statue colossali (una dedicata a Cerere e una a Triptolemo). Sulla rocca di Cerere infatti sono ancora oggi visibili due grandi intagli nella roccia, nei quali ai tempi di Cicerone dovevano trovarsi le 2 statue.

3. Duomo di Enna

Duomo di Enna
trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Duomo di Enna
Arango Giuseppe CC BY SA 4.0
Duomo di Enna
trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Interno duomo di Enna
Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il Duomo ha origini spagnole, infatti fu fondato nel 1307 dalla regina Eleonora, moglie di Federico II d’Aragona, successivamente venne danneggiato da un incendio circa un secolo dopo e poi ricostruito nel XVI secolo, assumendo quindi dettagli barocchi. Molto eleganti gli interni, con un soffitto in legno e pavimento in marmo.

4. Museo archeologico

Museo archeologico di Enna
Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Aperto nel 1985, ha sede nell’elegante palazzo Varisano costruito intorno al 1700 in stile barocco. Il palazzo comunque conserva anche elementi del ‘500, essendo stato eretto sopra un impianto più antico. Si trova dinanzi al duomo, proprio nel centro storico. Il museo conserva reperti, soprattutto vasi, che vanno dall’era preistorica fino al medioevo, tutti ritrovati nella zona dell’ennese.

L’ingresso è gratuito. Orari lun – dom: 09-18. Orari e tariffe potrebbero cambiare.

5. Palazzo Policarini, chiesa di S. Chiara e Piazza Vittorio Emanuele

Il Palazzo è risalente al XVI secolo ed è stato costruito in stile gotico-catalano e fu dimora di famiglie nobili. Si sviluppa su due piani, al piano terra erano organizzati i servizi e al piano superiore, da cui si accede da una grande scalinata, si trovavano le sale di rappresentanze.

Chiesa di Santa Chiara, Enna
Palazzo Policarni a sinistra e chiesa di Santa Chiara frontale – trolvag, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Chiesa di Santa Chiara, Enna
Chiesa di Santa Chiara con la nebbia – Andrew Malone, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Di fronte al palazzo si trova la chiesa di Santa Chiara, costruita tra il 1614 e il 1616 per volontà del nobile Francesco Rotundo. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale la chiesa è stata adibita a Sacrario dei Caduti.

Piazza Vittorio Emanuele, Enna
Piazza Vittorio Emanuele – Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

6. Torre di Federico II – Nel centro della Sicilia

Torre di Federico II, Enna
Arangio GiuseppeCC BY SA 4.0

Infine tra le cose da vedere ad Enna rientra anche la bella torre sveva. L’edificio è a tre piani, si eleva per 24 metri e si trova, con un margine d’errore di appena un centinaio di metri, al centro della Sicilia. Le origini di questa torre, così come il suo scopo, sono ancora oggi un mistero. Quello che si sa è che probabilmente venne fatta costruire da Federico II di Svevia.

Mappa interattiva – Punti d’interesse in viola

Per localizzarti una volta in zona, clicca sul simbolo ingrandisci in alto a destra della mappa.

Cosa vedere nei dintorni di Enna

Qui trovi i luoghi più belli da visitare nei dintorni di Enna.

Piatti tipici di Enna e dintorni

Vuoi provare i piatti tipici di Enna? Scopri cosa mangiare a Enna e dintorni.

Qui invece trovi i piatti tipici siciliani in generale.

Prenotazione volo, hotel e auto

Se vuoi cercare delle offerte di voli, hotel o auto a noleggio, puoi usare Skyscanner.it, sicuramente uno dei migliori siti del settore. Non dimenticare, prima prenoti più risparmi! I prezzi infatti tendono sempre ad aumentare con il passare dei giorni.

Condividi