Il parco dei Nebrodi è l’area naturale protetta della Sicilia. E’ un luogo davvero unico, che mostra un altro lato della Sicilia che probabilmente molti non conoscono. In certi momenti sembra davvero di trovarsi in qualche località montana del nord Europa. Qui le temperature in inverno possono raggiungere anche i -10 gradi, vista l’altitudine e i vasti boschi che incidono molto sul clima. Oltre a boschi qui troverai anche laghetti, cascate e magnifici punti panoramici, dai quali potrai anche ammirare i maestosi grifoni, che sono stati reintrodotti nel parco qualche anno fa.

Parco dei Nebrodi

Una volta il parco era ricco di fauna, ma nel XIX secolo, a causa del bracconaggio, si sono estinte varie specie come il cerbiatto (Il nome dei Nebrodi deriva infatti dal greco Nebros, che significa cerbiatto), il cervo, il gufo reale, il lupo, l’orso e molti altri. Per fortuna dal 1993 questo angolo di paradiso è diventato zona protetta, quantomeno si è riusciti a limitare il danno.

Alcuni di questi animali sono stati reintrodotti, come il grifone, l’aquila reale e il capriolo. I caprioli vivono adesso in una semi cattività in una determinata zona del parco, l’Area del Capriolo, con un pò di fortuna, potrai avvistarne qualcuno.

Cosa vedere al Parco dei Nebrodi

Le principali attrazioni del parco sono 8. Si tratta di luoghi molto belli e affascinanti, ma a volte anche impegnativi, poiché spesso bisogna camminare a piedi per km in sentieri isolati in mezzo ai boschi. Inoltre non si trovano tutti nella stessa zona, quindi meglio scegliere un luogo dove pernottare, vicino un po’ a tutto o quasi e poi spostarti in auto. Una possibilità sarebbe il paesino di San Fratello, molto piccolo e con degli abitanti molto accoglienti e calorosi, soprattutto non appena notano che non sei della zona.

In alternativa puoi anche prenotare delle escursioni, opzione da non scartare, soprattutto vista la mancanza di informazioni esaustive e a volte per la difficoltà dei percorsi. In questo sito trovi delle possibili escursioni, digita Nebrodi e cerca.

1. Rocche del Crasto

Rocche el Castro - Parco dei Nebrodi
Rocche el Castro – Parco dei Nebrodi

Qui, tra i comuni di Alcara Li Fusi e San Marco d’Alunzio, nidificano le aquile reali e i grifoni, specie reintrodotte nel recente passato. Si tratta di un massiccio roccioso imponente, dal quale potrai ammirare questi magnifici animali in volo. Meglio però prenotare un’escursione, avventurarsi con l’auto è decisamente sconsigliato a causa delle strade dissestate e la totale mancanza di informazioni.

2. Cascata del Catafurco e villaggio dei contadini

Cascata del Catafurco
tato grasso, CC BY-SA 2.5, via Wikimedia Commons
Cascata del Catafurco
Sentiero, antico villaggio contadino – Autore: Vera Scuto

Quello che rende speciale questo posto, non è tanto la cascata di dimensioni abbastanza contenute, ma semplicemente la bellezza della natura intorno.

Il percorso da fare a piedi è di circa 7 Km (circa 1 ora e mezza a piedi in totale, andata e ritorno) sia all’andata che al ritorno. E’ consigliato lasciare l’auto presso il chiosco la Cascata, che troverai all’inizio del percorso. Il personale è molto gentile e disponibile e su richiesta accompagnano in Jeep alla cascata (Comunque sconsigliato, visto che la passeggiata in sé è forse la parte più bella della gita). Qui potrai mangiare benissimo (Ottimi taglieri e panini con prodotti tipici) e soprattutto a poco prezzo.

Durante il percorso ti imbatterai anche in un antico villaggio di contadini, il villaggio Molisa. Le case furono costruite con muri con la sola pietra ed alcuni hanno addirittura un tetto di paglia. Uno scenario quasi surreale, immerso totalmente nella natura, che ti regalerà anche panorami stupendi. Clicca qui sotto su ingrandisci mappa per vedere più foto del villaggio.

Alla fine del percorso raggiungerai finalmente la cascata, dove potrai bagnarti e rinfrescarti nelle sue acque molto fredde e godere di questo piccolo angolo di pace.

3. Area del Capriolo

Area del Capriolo, Nebrodi

L’area del Capriolo è un area di diversi ettari, dove sono stati reintrodotti i caprioli, animali che un tempo vivevano numerosi nel parco. Vivono in condizione di semi-cattività, quindi non sarà facile avvistarli, bisogna procedere silenziosamente e armarsi di un pò di pazienza. Insieme ad una piccola dose di fortuna, che non guasta mai, potrai quindi ammirare questi splendidi animali nel loro habitat naturale.

4. Bosco della Tassita

Qui ti puoi totalmente immergere nel verde, in un bosco di circa 50 ettari, famoso perla presenza di antichissimi Taxus baccata, da qui prende il nome. Il tasso è un specie protetta, poiché è in via d’estinzione e risale addirittura a più di 65 milioni di anni fa. Un luogo particolarmente affascinante all’alba, quando i raggi del sole penetrano la nebbiolina del bosco.

Se hai paura di perderti o vuoi semplicemente farti guidare da un esperto, la seguente associazione organizza escursioni nel bosco della Tassita.

5. Lago Biviere

Lago Biviere, Nebrodi
GiusLipariPA, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il lago Biviere è un altro lago nel parco dei Nebrodi davvero affascinante. Da qui infatti vedrai potrai vedere anche l’Etna, magari con la neve e in attività eruttiva come in foto.

Per arrivarci arriva Portella Femmina Morta e poi prosegui fin quando puoi con la macchina. Ti ritroverai poi davanti a 2 sentieri da fare a piedi, uno verso il lago Maulazzo e uno verso il monte Soro. Prendi il sentiero per il lago Maulazzo e poi una volta raggiunto potrai proseguire per il lago Biviere. Per raggiungere quest’ultimo impiegherai circa 1 ora e mezza (8 km), il lago Maulazzo invece lo si raggiunge dopo 30 minuti di camminata.

Se lo desideri puoi anche affidarti ad una guida. Quest’agenzia ad esempio organizza visite al lago Biviere.

6. Lago Maulazzo

Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo, Nebrodi
Lago Maulazzo - Parco dei Nebrodi

Il lago si trova nei pressi del monte Soro. Si tratta di un lago artificiale creato della forestale negli anni ’80, un posto davvero molto affascinante, totalmente immerso nella natura. Per arrivarci arriva Portella Femmina Morta e poi prosegui fin quando puoi con la macchina. Ti ritroverai poi davanti a 2 sentieri da fare a piedi, uno verso il lago e uno verso il monte Soro. Dopo 2,5 Km (30 minuti a piedi) avrai raggiunto la destinazione.

7. Grotta di San Teodoro

Grotta di San Teodoro

La grotta di San Teodoro si trova nei pressi del comune di Aquedolci. Si tratta di un luogo molto antico, dove sono stati ritrovati i resti di uomini e animali preistorici. Sicuramente merita una visita, Qui trovi l’articolo completo sulla grotta di San Teodoro, dove troverai più informazioni a riguardo.

8. Consiglio Top Secret: Da San Fratello a Bronte in auto

Cesarò, Sicilia
Vista su Cesarò percorrendo la strada
Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons
Borgo di San Giuliano, Sicilia
Borgo fantasma di San Giuliano – giomodica, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Se hai tempo a disposizione, percorri la strada statale SS289 che da San Fratello porta a Bronte (Dove potrai anche comprare il famosissimo pistacchio). Il panorama è davvero stupendo, boschi, radure, colline e una magnifica vista sull’Etna. Nei pressi di Cesarò puoi inoltre visitare il borgo fantasma di San Giuliano, costruito durante il fascismo per i contadini e poi totalmente abbandonato.

Prodotti tipici del Parco dei Nebrodi

Ristorante il Cerro - Parco dei Nebrodi
Al Ristorante il Cerro – Parco dei Nebrodi

Riguardo i prodotti tipici qui troverai un mondo di bontà: Salame del suino nero dei Nebrodi, provole, ricotta, pecorino, pistacchio di Bronte, olive, nocciole, dolci e molto altro. Spesso lungo le strade all’interno del parco si incontrano venditori ambulanti di questi prodotti, potrai quindi rifornirti direttamente da loro. Uno di questi si trova normalmente nei pressi di Portella Femmina Morta.

Per quanto riguarda ristoranti e prodotti tipici, nella zona di San Fratello, sono consigliati il Relais Villa Miraglia e il Cerro, ristoranti molto caratteristici, dove potrai degustare i piatti tipici della zona.

Il parco dei Nebrodi si trova in provincia di Messina. Qui trovi dei consigli su cosa mangiare a Messina e dintorni, qui invece i piatti tipici siciliani.

Mappa interattiva del Parco dei Nebrodi – Punti d’interesse in viola

Per localizzarti una volta in zona, clicca sul simbolo ingrandisci in alto a destra della mappa.

Escursioni e gite al Parco dei Nebrodi

Se desideri affidarti a una guida esperta questo sito offre varie escursioni nel parco dei Nebrodi, digita Nebrodi e cerca. Vengono offerte gite a piedi, in jeep, in quad, degustazioni e molto altro e puoi leggere anche le recensioni di altri viaggiatori.

Cosa vedere nei dintorni del Parco dei Nebrodi

Il Parco dei Nebrodi si trova in provincia di Messina. Qui trovi elencati i luoghi da visitare a Messina e dintorni.

Prenotazione volo, hotel e auto

Se vuoi cercare delle offerte di voli, hotel o auto a noleggio, puoi usare Skyscanner.it, sicuramente uno dei migliori siti del settore. Non dimenticare, prima prenoti più risparmi! I prezzi infatti tendono sempre ad aumentare con il passare dei giorni.

Vota l'articolo
Condividi