Il Bosco della Ficuzza distante solo circa 40 minuti da Palermo è un luogo incantevole per chi ama la natura e il relax. Si tratta di una riserva naturale, meno conosciuta rispetto ai Nebrodi e alle Madonie, ma di grande valore. Il bosco infatti è tra i più belli della Sicilia e sono presenti l’80% delle specie animali dell’intera regione.

Questo luogo è rimasto intatto negli anni, poiché vista la natura rocciosa dell’ambiente, non vi era possibile praticare l’agricoltura. Pensa che una volta gran parte della Sicilia era ricoperta da questi boschi, a differenza di oggi purtroppo. Scopriamo adesso cosa vedere a Ficuzza, perché non vi è solo un magnifico bosco.

Bosco della Ficuzza
Dedda71, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

1. La Real Casina di caccia

Real casina di caccia, Ficuzza
Pequod76, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Real casina di caccia, Ficuzza
Dedda71, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Come prima tappa si può visitare la Real Casina di caccia (1803). Si tratta di un palazzo reale imponente, fatto costruire de Re Ferdinando III di Sicilia, per poterci passare le vacanze estive ed andare a caccia nel bosco. E’ immerso nel verde, con davanti un enorme prato all’inglese e dietro un fitto bosco. Grazie a dei fondi Europei è stato restaurato e riaperto al pubblico nel 2009.

All’interno potrai visitare alcune sale, anche se sono purtroppo spoglie, a causa dei furti avvenuti durante le guerre. La camera da letto del re invece conserva ancora degli antichi dipinti che raffigurano delle scene di caccia. Inoltre è stato allestito il museo naturalistico del bosco della Ficuzza, che custodisce anche degli animali imbalsamati.

Il tour intero dura circa 45 minuti e il prezzo del biglietto è di soli 2.50 Euro inclusa la guida. Orari apertura: Tutti i giorni dalle 09.00 alle 22.00.

2. Centro recupero faunistico – Lipu

Sulla destra delle Real Casina si trova l’unico centro recupero faunistico della Sicilia. Nonostante i fondi siano davvero scarsi, qui si trovano tante persone di buona volontà, che si prendono cura di mammiferi feriti (Soprattutto uccelli, tra i quali anche rapaci e gufi) per poi rimetterli in libertà. Se vai a visitare questo luogo lascia una piccola donazione, i volontari ne saranno felici. Il centro è aperto tutto l’anno ma meglio prenotare la visita, mandando un’email a crfs.ficuzza@Lipu.it.

3. Passeggiata nel bosco alla ricerca del trono del Re

Abbeveratoio, Bosco di Ficuzza
Antico abbeveratoio Dedda71, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Dedda71, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons
Rocca Busambra, Bosco di Ficuzza
Rocca Busambra tato grasso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons
Pulpito del Re, bosco di Ficuzza
Il trono del Re Steven House from Antwerp, Belgium, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Se vai a Ficuzza non puoi non fare una passeggiata nel bosco, anche se di breve durata. Il sentiero è semplice e puoi decidere se fare tutto in un’oretta (andate e ritorno) o fare un giro decisamente più lungo di circa 3 ore (andata e ritorno).

Tragitto breve

Il tragitto breve ti permette comunque di vedere 2 tra le più belle attrazioni del parco: Il trono del Re scavato nella roccia, chiamato il Pulpito del Re e il punto panoramico.

Puoi lasciare l’auto nel punto segnato con “P” nella mappa interattiva che trovi a fondo articolo. Da lì procedi dritto a piedi in mezzo al bosco per 5 minuti, fino ad incrociare una stradina in salita. Prosegui quindi per questa stradina e dopo circa 20 minuti ti ritroverai davanti al trono del re. Si racconta infatti che il re Ferdinando III di Borbone fece scavare su questa roccia il suo trono, in modo da potersi appostare comodamente per cacciare. In realtà, alcuni recenti studi archeologici hanno dimostrato che si tratta di un luogo di culto d’età protostorica, d’origine probabilmente sicana. Osservando bene noterai altri 2 monoliti, anch’essi facenti parti di questo vero e proprio santuario rupestre. Il monolite più vicino al “trono del Re” ha la forma di un aquila a riposo (visto lateralmente) ed osserva il terzo monolite. Osservando bene il trono e l’aquila noterai anche dei segni alfabetici lasciati da queste civiltà protostoriche, miste a volte purtroppo a scritture moderne di vandali.

Da qui, procedendo dritto si raggiunge dopo appena 5 minuti uno splendido punto panoramico, sopra una roccia. A questo punto puoi decidere se tornare in auto o proseguire con la passeggiata.

Tragitto lungo

Se decidi di continuare devi tornare nei pressi del Pulpito del Re e da qui prendere il sentiero che sale sulla sinistra. Ti inoltrerai nel bosco e dopo circa un’oretta ti ritroverai di fronte ad un abbeveratoio. Poco distante si trova una quercia da sughero secolare e più avanti ancora, un bel laghetto.

4. Giro in trenino nel cuore del bosco

Nei pressi della piazza del paese parte spesso un trenino, che vi porta nel cuore del bosco, ripercorrendo un’antica tratta ferroviaria risalente a fine 800 e ormai in disuso. Il trenino parte circa ogni ora, il giro dura 30 minuti e costa 5 Euro a persona. Attenzione: Il servizio non è sempre garantito.

Dove mangiare nei pressi del bosco della Ficuzza

ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza
ristorante Antica Stazione di Ficuzza

Proprio di fronte alla Real Casina di Caccia si trova un piccolo bar dove poter bere mangiare qualcosina. Per un pranzo o una cena più consistente puoi andare nello splendido ristorante Antica Stazione di Ficuzza. Come dice il nome stesso, l’edificio era una volta una stazione ferroviaria ed è stato ora adibito a ristorante. Si mangia molto bene, i prezzi sono contenuti ed all’esterno vi è anche un parco giochi per i bambini in mezzo al verde.

Prodotti tipici

Ficuzza fa parte della provincia di Palermo. Qui trovi dei consigli su cosa mangiare a Palermo e dintorni, qui invece trovi i piatti tipici siciliani.

Mappa interattiva – Punti d’interesse in viola

Cosa vedere nei dintorni del bosco della Ficuzza

Il parco delle Madonie si trova in provincia di Palermo. Qui trovi elencati i luoghi da visitare a Palermo e dintorni.

Prenotazione volo, hotel e auto

Se vuoi cercare delle offerte di voli, hotel o auto a noleggio, puoi usare Skyscanner.it, sicuramente uno dei migliori siti del settore. Non dimenticare, prima prenoti più risparmi! I prezzi infatti tendono sempre ad aumentare con il passare dei giorni.

Condividi