Iniziamo col dire che Gela, che si trova in provincia di Agrigento, non è proprio una meta turistica. A causa del suo passato infatti, la città è più un centro industriale che turistico. Qui infatti è stato costruito un polo petrolchimico affacciato sul mare che è rimasto attivo fino al 2014 per essere oggi riconvertito in una bio raffineria. Ad ogni modo le opere di costruzione iniziate negli anni 60, ebbero un impatto devastante sull’ambiente e sul paesaggio. La raffineria prese il posto delle dune di sabbia e dei boschi e la città si ampliò velocemente, in maniera disordinata e senza regole. Nonostante tutto a Gela vi sono 3 bei luoghi di tutto rispetto da vedere, andiamo a scoprire quali.

Museo archeologico ed Acropolis

Museo archeologico di Gela
Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons
Museo archeologico di Gela
Acropoli di Gela
Acropoli greca nei pressi del museo – Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Si tratta del terzo museo archeologico più grande della Sicilia, qui troverai più di 5000 reperti ritrovati nel territorio di Gela, che vanno dall’epoca greca fino all’età medievale. Nei pressi del museo si trovano anche i ruderi di un’antica acropoli greca.

Orari ingresso : Tutti i giorni, dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 15,00, alle 18,30.
Biglietto singolo intero : 4,00 €.

Scavi di Capo Soprano

Panorama dagli scavi di Capro Soprano, Gela
Panorama dagli scavi di Capro Soprano
Scavi di Capro Soprano, Gela
Mjrko Gelous, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Qui troverai le mura timoleontee, imponenti fortificazioni greche in pietra, alte fino a 8 metri davvero ben conservate. Si tratta delle mura che proteggevano l’antica città greca di Gela e al loro intorno sono stati riportati alla luce anche antiche residenze.

Queste mura sono state costruite con dei blocchi costituiti d’argilla cotta al sole e si sono conservate molto bene nel tempo, grazie all dune di sabbia una volta qui presenti, che le hanno coperte e protette dagli agenti atmosferici. Un luogo davvero meraviglioso, unico al mondo, all’interno di un bel parco a due passi dalla spiaggia e dal mare.

Apertura: lun – dom 9-18.

Riserva naturale Biviere di Gela

Riserva naturale Biviere di Gela
Ingresso riserva – Davide Mauro, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons
Riserva naturale Biviere di Gela
Dentro la riserva

La riserva naturale è stata istituita nel 1997, viene gestita dalla LIPU e sorge attorno al lago Biviere, il più grande lago costiero della Sicilia. Pensa che un tempo questa era un’area paludosa che venne poi intorno al 1600 in parte “bonificata” con la creazione di un lago d’acqua dolce, attraverso un canale sotterraneo al fiume Dirillo. Oggi questa zona è un punto di riferimento per gli uccelli migratori che potrai ammirare lungo i sentieri e i punti d’osservazione. Un luogo ideale per gli amanti della natura, degli animali e delle passeggiate.

Dove mangiare a Gela

Se vuoi mangiare dei prodotti tipici in zona puoi andare al Colle degli ulivi, un ristorante che si trova in campagna, su un piccolo colle circondato da alberi d’ulivo.

Foto dalla pagina Facebook del ristorante

Mappa interattiva – Punti d’interesse in viola

Per localizzarti una volta in zona, clicca sul simbolo ingrandisci in alto a destra della mappa.

Piatti tipici della zona

Qui trovi i prodotti tipici della provincia di Agrigento, qui invece i piatti tipici siciliani.

Cosa vedere nei dintorni

Qui trovi elencati i luoghi da visitare ad Agrigento e dintorni.

Prenotazione volo, hotel e auto

Qui trovi le migliori offerte di voli, hotel e auto (Il sito cerca e mostra tutte le offerte disponibili online). Vale sempre la regola, prima si prenota più si risparmia.

Condividi