Aragona è un paese nell’entroterra siciliano noto soprattutto per le maccalube e per avere il tasso di emigrazione più alto d’Italia. Le maccalube sono dei vulcanelli di fango che al tempo dei romani, venivano addirittura utilizzati per cure reumatiche e trattamenti di bellezza. Oggi qui è stata istituita una riserva naturale che però è interdetta al pubblico dal 2014, dopo le morti di 2 bambini e del padre, travolti da un’eruzione improvvisa di fango alta più di 20 metri. Nonostante la tragedia si spera in una messa in sicurezza del luogo nel prossimo futuro. Vediamo adesso cosa vedere ad Aragona.

Il paese non ha molto da offrire da un punto di vista turistico a parte una bella piazza, se ti trovi in zona puoi comunque fare una rapida visita. Aragona venne fondata nel 1606 dal conte Naselli, che lo chiamò Aragona in onore della madre Beatrice d’Aragona. Nella mappa qui sotto trovi i monumenti più belli, ossia la piazza Umberto I e le chiese. Per completare la visita d’Aragona è consigliato un pranzo tipico in un bellissimo agriturismo in mezzo alla natura, tra mandorli e con una bella vista sulle colline circostanti, Il Parco del Mandorlo. Vi è anche un’area giochi per i bimbi e qualche animale come conigli, oche caprette e pony.

Parco del Mandorlo, Aragona
Parco del Mandorlo, Aragona

Mappa interattiva d’Aragona – Punti d’interesse in viola

Piatti tipici

Qui trovi i prodotti tipici della provincia di Agrigento di cui Aragona fa parte.

Qui invece i piatti tipici siciliani.

Cosa vedere nei dintorni di Aragona

Aragona fa parte della provincia di Agrigento, qui trovi elencati i luoghi da visitare ad Agrigento e dintorni.

Prenotazione volo, hotel e auto

Qui trovi le migliori offerte di voli, hotel e auto (Il sito cerca e mostra tutte le offerte disponibili online). Vale sempre la regola, prima si prenota più si risparmia.

5/5 - (1 voto/i)
Condividi