Andiamo a scoprire cosa mangiare ad Agrigento e dintorni. Come un pò in tutta l’isola, i piatti sono il risultato dell’intreccio e dell’influenza di numerose culture e popoli che hanno colonizzato la Sicilia nel corso dei secoli.

La cucina di Agrigento è una cucina sia costiera che montana, come il suo territorio. Condivide infatti alcuni piatti dei dintorni di Enna e Caltanissetta che si trovano nell’entroterra siciliano e piatti a base di pesce delle altre zone costiere dell’isola. Qui sotto ho preparato un elenco dei prodotti tipici di Agrigento e dintorni, che potrai provare durante il tuo viaggio.

1. Maccu di fave

Pasta col maccu di fave
Pasta col maccu di fave – DrunkpiperCC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Un piatto tipico di origine contadina è Il maccu di fave. Si tratta di una minestra di fave che durante la cottura vengono schiacciate fino a farle diventare una golosa crema. Questo piatto lo si trova anche tra i piatti tipici di Enna e tra i piatti tipici di Caltanissetta.

2. Cavatelli al cartoccio

Cavatelli al cartoccio
Fonte: http://sapurisicilianu.blogspot.com/2015/12/cavatelli-al-cartoccio.html

I cavatelli al cartoccio ricordano la famosa pasta con le melanzane. Anche in questo caso infatti, è la melanzana la regina del piatto. Le melanzane sono una vera e propria fissazione dei siciliani, le trovi un pò dappertutto. Sono stati gli arabi e importarle dall’India e da quel momento hanno conquistato il cuore dei siciliani. Tornando ai cavatelli, vengono preparati con pomodoro, basilico, ricotta salata e caciocavallo e messi al forno insieme ad un foglio di alluminio.

3. Minestra di San Giuseppe

Minestra di San Giuseppe

San Giuseppe è considerato il protettore dei poveri e dei bisognosi e viene festaggiato in molti paesi in Sicilia ogni anno il 19 marzo. Le prime celebrazioni del Santo risalgono addirittura alla fine del 1400 e da allora la tradizione continua. La celebrazione prevedeva anche la preparazione della minestra di San Giuseppe, chiamata anche Macco di San Giuseppe che poi veniva distribuita ai poveri.  La zuppa tradizionale è preparata con fave e legumi, ma ne esistono diverse varianti, anche con la pasta.

4. Minestra di seppie

E’ una golosissima minestra cucinata nell’agrigentino, soprattutto nella zona costiera. E’ a base di piselli, patate, prezzemolo e seppie che vengono pescate proprio in queste zone.

5. Taganu d’Aragona

Taganu d' Aragona - Tegame  di Aragona cosa mangiare ad agrigento
Taganu d’ Aragona – Fonte: Orogastronomico.it

L’origine di questo antico piatto pasquale è ancora incerto, si tratta di certo di un’antica ricetta d’origine contadina. Gli ingredienti di cui è composto sono infatti poveri: pasta, uova, formaggio e carne di maiale. La parola siciliana “Tiganu” indica il tegame di terracotta nel quale una volta veniva preparato e Aragona indica il paese d’origine del piatto. Una volta si sigillavano gli ingredienti in vasi di creta che poi a fine cottura venivano rotti per estrarre la pietanza.

6. Sogliola alla saccense

E’ un piatto tipico in particolare, del comune di Sciacca, dove tutta la cucina è caratterizzata da ricette a base di pesce, trattandosi di un comune costiero. La sogliola è la regina del piatto, aromatizzata con gli agrumi siciliani e cotta al forno.

7. Le stigghiola

Stigghiola
Dedda 71, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Le stigghiola, sono un deliziosissimo piatto tipico anche delle zone di Palermo, l’ho elencato anche nel mio articolo su cosa mangiare a Palermo. Entrano di diritto nella lista di cosa mangiare ad Agrigento, anche se non sono indicate per i deboli di stomaco, infatti sono un piatto a base di budella di agnello o di capretto. Lo si trova in alcuni ristoranti o per strada, venduto dagli stigghiulari che lo cuociono alla brace. La stigghiola si presenta arrotolata su sé stessa, infilzata con uno spiedino ed è condita molto semplicemente, con sale, limone e prezzemolo.

Origini storiche delle stigghiola

Le origini di questo piatto vanno ricercate nei Greci. Infatti furono proprio loro a importale e diffonderle in Sicilia, durante la loro colonizzazione. Era un piatto molto amato e consumato dai greci, soprattuto dai poveri. Si tratta infatti di un piatto povero, pensato a chi non poteva permettersi carni più pregiate. Pensa che ancora oggi questo piatto è presente anche in Grecia e viene chiamato Kokoretsi.

8. U pitaggiu

U pitagiu, in italiano il pitaggio è uno stufato a base di fave, piselli e carciofi utilizzato spesso come contorno per la salsiccia. Il nome proviene dal francese potage, cioè pietanza di ortaggi misti. In questo caso ortaggi freschi che provengono dalle campagne siciliane.

9. Tavola calda ad Agrigento

Rizzuola e ravazzata sono due pezzi deliziosi di tavola calda tipiche della cucina palermitana, ma si trovano anche ad Agrigento e dintorni. Sono rispettivamente, la versione fritta e al forno, di una brioche ripiena di ragù di carne, salsa di pomodoro e piselli. Il ripieno quindi ricorda il famosissimo arancino, ma in questo caso viene utilizzata la pasta di brioche.

10. I dolci alle mandorle e il cous-cous dolce

Tra le cose da mangiare ad Agrigento e dintorni non possiamo non citare i dolci. Tra di essi abbiamo il cciarduni, dolce tipico agrigentino farcito con crema di ricotta e ricoperto di mandorle tritate e la torta rustica, anche questa a base di ricotta e mandorle. Sono infatti spesso le mandorle, che nella zona dell’agrigentino si trovano in abbondanza, ad insaporire i dolci della zona. Ti consiglio quindi di provare tutti i dolci a base di mandorle.

Avrai sentito parlare sicuramente del cous-cous, piatto tipico soprattutto della zona di Trapani e portato dagli arabi. Bene, ad Agrigento ne esiste una versione dolce, ricetta inventata dalle monache cistercensi del convento di Santo Spirito di Agrigento. Tutt’oggi infatti lo preparano in grandi pentole di terracotta con pistacchi, frutta candita e cioccolato. Puoi anche entrare nel convento e acquistare un pò di questi dolci.

Sembra che l’origine di questi dolci sia tunisina, infatti erano proprio di questa nazionalità le donne che nel XIV secolo lavoravano nel convento e aiutavano le monache nei lavori più grossi. Loro infatti infatti preparavano il cous cous, piatto tipico delle loro zone e fu cosi che nacque il dolce.

La ricetta originale è ancora segreta e viene custodita gelosamente dalle suore più anziane, che poi decideranno quando cedere il segreto alle suore più giovani. Oggi le suore sono solo 6, la maggior parte molto anziane, ma sono proprio loro a dedicarsi alla creazione del dolce.

Spero di essere stato abbastanza chiaro ed esaustivo su cosa mangiare ad Agrigento e dintorni, buon appettito!

Piatti tipici siciliani

Qui trovi invece i piatti tipici siciliani che trovi un pò in tutta l’isola.

Condividi